7 Dicembre 2017 - Libro Apocalisse, Mistery, romanzo da leggere gratis ebook per ragazzi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Dicembre

7 Dicembre 2017


7 dicembre 2017, ore 15:00

Cominciamo dal punto centrale di tutta la faccenda. E cioè un documento che era incellofanato sotto la motoretta di don Sergio e che lui ha avuto l’abilità e la fortuna di trovare prima che lo facesse Ruggero. Vorrei partire da qui perché spiega, meglio di tante parole, una verità che è stata tenuta celata per secoli, se non per millenni, a tutti gli esseri umani del pianeta, quelli, per lo meno, non addentro alle segrete cose che dovevano restare celate. Si tratta di un file riservato dell’FBI top secret denominato The Vault e protocollato 6751, una sorta di memorandum datato 8 luglio 1947. Eccovi la fotocopia scansionata del foglio in questione e la sua traduzione (ho fatto del mio meglio, perdonate gli errori). Il parrocchiano amico di Sergio, Fantini, il dipendente della Prefettura, ne era venuto in possesso e aveva deciso di consegnarlo al suo caro Don. Non ha fatto in tempo a darglielo di persona, perché è stato ‘asportato’ prima, ma è riuscito comunque a fargli arrivare il messaggio con un rompicapo che, alla fine, il sacerdote ha risolto.

San Diego, California, 8 luglio 1947
(per vostra informazione)    Memorandum di primaria importanza

Questo memorandum è cortesemente portato all’attenzione di scienziati eminenti fra le autorità dell’aeronautica e dell’esercito, all’attenzione di funzionari pubblici e di alcune riviste e giornali.
Lo scrivente nutre poche aspettative, non ritiene che sarà fatto nulla di importante a seguito di questo suo atto. Il semplice fatto che i dati qui ottenuti tramite mezzi cosiddetti paranormali probabilmente è sufficiente per assicurare che quasi nessuno fra i destinatari di questo scritto lo degni di attenzione; tuttavia ci sembra sia nostro dovere renderlo disponibile (lo scrivente ha diversi diplomi universitari ed è stato direttore di un dipartimento universitario).
In qualunque momento potrebbe evolversi una situazione molto grave in rapporto ai “dischi volanti”. Se uno di essi venisse attaccato, l’aereo responsabile dell’attacco verrebbe quasi certamente distrutto. Nella percezione del pubblico ciò potrebbe creare situazioni paragonabili a crisi di panico e a un clima di sospetto a livello internazionale. I dati principali riguardanti questi veicoli spaziali sono ora a nostra disposizione e vanno offerti al pubblico, a prescindere da quanto possano sembrare frutto di fantasia e incomprensibili a menti che non sono state precedentemente preparate a pensieri di questo tipo.
1. Una parte dei dischi volanti trasporta un equipaggio, altri sono comandati a distanza.
2. La loro missione è pacifica. I visitatori considerano l’ipotesi di insediarsi su questo pianeta.
3. Questi visitatori sono umanoidi ma di dimensioni molto più grandi.
4. NON sono entità terrestri disincarnate, ma vengono dal loro mondo.
5. NON vengono da nessun “pianeta” nel senso che noi attribuiamo a quella parola, ma da un pianeta eterico che è compenetrato con il nostro e che noi non possiamo percepire.
6. I corpi dei visitatori, e anche i loro veicoli spaziali, in maniera automatica si materializzano all’entrata nella nostra frequenza vibratoria della nostra materia densa. (cfr. “apporti”).
7. I dischi possiedono un tipo di energia radiante, o un raggio che potrà disintegrare facilmente qualunque veicolo li attacchi. Essi possono rientrare nel mondo eterico quando vogliono, e scompaiono dalla nostra visuale con estrema facilità, senza lasciare traccia.
8. La regione da cui provengono NON è il “piano astrale” ma corrisponde a Lokas o Talas. Gli studiosi di esoterismo comprenderanno questi termini.
9. Probabilmente essi non sono raggiungibili via radio, ma probabilmente potrebbero essere raggiunti via radar, se si potesse inventare un sistema di segnalazione per quell’apparato.
Noi vi forniamo informazioni e avvertimenti, più di questo non possiamo fare. Che i nuovi venuti siano trattati con tutto il garbo e la gentilezza possibili. A meno che i dischi non si ritirino, una [qui ci sono due parole non leggibili, la prima sembra essere “situation”, situazione] che la nostra cultura e la nostra scienza sono incapaci di affrontare. Una responsabilità pesante grava su quei pochi che sono al potere e che sono in grado di comprendere la questione.
Appendice: i Lokas sono [parole non leggibili] di forma ovale, allungati a cannoncino in [parole non leggibili] ovale con metallo termoresistente o lega non ancora nota; la parte frontale [parole non leggibili] contiene i comandi; la porzione mediana è un laboratorio; il retro contiene armamenti, che consistono essenzialmente in un potente apparato basato su energia rad[parola non leggibile, probabilmente “radiante”], forse un apparato per emettere un raggio. [altre parole non leggibili]

Insomma, la grande verità sugli alieni, sui dischi volanti, sulle adduzioni e su tutto il resto è che non sono da qualche parte, lontani, nelle profondità del cosmo, ma sono vicinissimi a noi, ‘interprenetrati’ in una dimensione non percettibile né accessibile dall’uomo. Non vivono su un satellite o su un pianeta rotante intorno alla sua stella. Vivono, anzi convivono con noi, da tempi immemorabili. Ecco la razza da cui siamo sempre stati separati e da cui dovevamo restare separati ‘quasi’ per sempre. Fantini aveva messo le mani su questo documento segretissimo che era stato fatto circolare solo tra i canali riservati delle amministrazioni pubbliche di tutti i paesi del mondo. E quando dico ‘riservati’ intendo che ne erano edotti solo coloro che dovevano esserlo. Questo, insieme a tanti altri dettagli, ce l’ha svelato Lorenzo e sul suo ruolo nella vicenda tornerò più avanti.
Da centinaia, se non migliaia, di anni vi sono selezionatissimi rappresentanti della razza umana cui è stato concesso di sapere. Si tramandano questa conoscenza elitaria da una generazione all’altra come una fiaccola di luce da non fare spegnere. Attraverso società e congreghe esoteriche, ben camuffate da gruppi con interessi filosofico-spirituali, hanno trasmesso il grande segreto in attesa che venisse il giorno propizio, che i tempi fossero maturi per l’epifania (come la chiamano) del ‘popolo di sotto’ (come lo chiamano). L’FBI aveva messo le mani su quest’incredibile verità e, a quanto pare, la scoperta era stata accuratamente insabbiata e comunque fatta rientrare nell’alveo dei pochi prescelti custodi del mistero. Il documento, peraltro, contiene anche alcune inesattezze, di non secondaria importanza, come vedremo. In particolare, il fatto che questi alieni possano entrare e uscire a piacimento dalla nostra dimensione (potevano farlo, fino a oggi, ma solo in sparuti gruppetti). In secondo luogo, il fatto che siano buoni ed evoluti. E che vengano in pace.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu